L'idea del laboratorio nasce dalle attività del progetto europero H2020 RiseWISE e trova sviluppo, a partire dal 2018, presso il SimAv, come risposta alla richiesta di una società digitale sempre più inclusiva, a partire dal rispetto degli standard internazionali (WCAG della W3C) e normative italiane sull'accessibilità web (D.Lgs. n.106/2018).

I suoi principali obiettivi sono:

  • sviluppare le competenze tecniche necessarie ad avere servizi accessibili rispetto alla trasversalità dei ruoli delle persone coinvolte: da una parte esperti di accessibilità con competenze ICT (sviluppatore, esperto di design) e per la creazione di contenuti (pagine informative, corsi) e dall’altra utenti finali esperti nei test
  • creare un luogo di riferimento per la diffusione delle tecnologie assistive e degli strumenti di facilitazione digitale, per fornire uno spazio attrezzato all’avanguardia che offra strumenti didattici e di ricerca
  • diffondere e sostenere una nuova cultura di inclusione che parte dal rispetto dei diritti delle persone con disabilità o semplicemente più fragili attraverso, ad esempio, l’organizzazione di attività di formazione ed eventi di disseminazione
  • consolidare una rete di stakeholder tra enti pubblici, aziende del territorio e associazioni di persone con disabilità per confrontarsi e sviluppare sinergie  per lo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio

Al SimAv la simulazione è la metodologia didattica usata quando l’obiettivo è, ad esempio, la creazione di situazioni altrimenti irraggiungibili o irrealizzabili, perché lontane nel tempo o nello spazio.